scuola fine

Cari genitori, carissimi alunne e alunni,

 è giunta la conclusione dell’anno scolastico. Un anno che non scorderemo perché, in un posto come la scuola dove la cosa più naturale è stare insieme, lo stare insieme si è improvvisamente interrotto, producendo come uno strappo nella nostra vita.  Una lacerazione profonda, che, unitamente, abbiamo cercato di rammendare, di ricomporre ……  .

Prima della pausa estiva desidero salutarvi con grande cordialità e affetto, rinnovandovi un “grazie” che proviene dall’intera scuola. Per l’impegno che avete dedicato e le risorse che avete investito nello sforzo di  “accorciare le distanze” e mantenerci uniti. Io credo che, come in pochi altri frangenti, in questi mesi siamo riusciti a manifestare quella comunità educante che siamo idealmente chiamati ad essere. Perché i nostri alunni e figli hanno diritto di sperimentare, attraverso di noi educatori, il senso più autentico dei valori umani: è questo il più alto insegnamento che la Cultura porta in dote.

Non sappiamo se a settembre potremo rivederci “come prima” a scuola, con il suono della campanella e il vociare fragoroso delle mille voci; speriamo fortemente che possa così.  Nel frattempo continuiamo a coltivare, dentro e fuori di noi, l’essenziale, ciò che rende lo ”stare insieme” l’esperienza più appagante per gli esseri umani.   

Un caro abbraccio a voi tutti!

Anna Maria Cottarelli

 

------------------------------